L’implicito della settimana: un commento di Salvini sulla questione Black lives matter

Matteo Salvini, in questo tweet, si inserisce nella controversa discussione riguardo all’inginocchiamento dei calciatori impegnati nel campionato europeo come simbolo di solidarietà nei confronti del movimento del Black lives matter.

Scegliendo il costrutto passivo “dovrebbero essere lasciati in pace”, Salvini evita di dover nominare chi non lascerebbe in pace i giocatori, ricorrendo a una strategia di vaghezza.

Inoltre, Salvini, con la scelta di accostare le espressioni “liberi di scegliere e di vincere“, implica che i vaghi referenti della precedente accusa stiano compromettendo non solo la libertà personale dei giocatori, ma anche la loro possibilità di successo nella competizione. La proposta di aderire alla protesta del Black lives matter viene dunque associata a uno scenario di sconfitta. L’accostamento, quanto meno opinabile, punta alla pancia dei tifosi, per cui la sconfitta degli Azzurri si presenta come eventualità estremamente indesiderabile.

Condividi l'articolo:

Articoli correlati

La politica non va in vacanza… ma OPPP! sì!

L’implicito della settimana: Santanchè elettorale contro la Sinistra

Ogni contenuto discutibile è evidenziato con un colore diverso che corrisponde al tipo di implicito linguistico usato dal parlante in quell’occasione. Il tipo di implicito è indicato nell’etichetta che compare al passaggio, e che ne esplicita anche la funzione comunicativa.

Ogni contenuto implicito serve a realizzare un certo obbiettivo nella comunicazione: cioè, è dotato di una Funzione comunicativa. Ad esempio: Autoelogio, Elogio di altri, Attacco, Difesa e Opinione personale. 

La Presupposizione è un contenuto presentato come se i destinatari ne fossero già al corrente: in questo modo non sono indotti a metterlo in discussione.

L’Implicatura è un contenuto che non è detto esplicitamente, ma è lasciato intuire. Poiché lo implica lui, il destinatario si accorge di meno che gli è stato trasmesso dall’emittente. 

Un’Espressione vaga è compatibile con molti diversi contenuti concreti, per cui è difficile accorgersi se essa sia falsa o esagerata.

Un Topic, per i linguisti, è un’informazione presentata come se se ne stesse già parlando, quindi come se fosse già abbastanza accettata nel discorso.