L’implicito della settimana: le critiche di Daniela Santanchè al Premier Draghi

Questa settimana la lente di OPPP! torna sulla politica, proponendo il commento a un tweet di Daniela Santanchè (Fratelli d’Italia), che critica le parole di gratitudine rivolte dal Premier Draghi al Governo Conte. Nel post sono riportati diversi sintagmi definiti (delle chiusure illogiche, delle mascherine farlocche, dei ritardi nei sostegni, dello sperpero…) che presuppongono che i provvedimenti che hanno imposto la chiusura delle attività fossero illogici, che le mascherine fornite per le misure di sicurezza fossero farlocche, che vi siano stati ritardi nei sostegni e sperperi di denaro. La scelta di presentare tali contenuti come già noti – riducendo, in tal modo, la responsabilità dell’emittente sulla loro verità – ne promuove la tacita accettazione da parte del ricevente, il quale, di fronte a una codifica più esplicita degli stessi (come in “le chiusure imposte dal Governo Conte erano illogiche; le mascherine fornite dal Governo Conte per le misure di sicurezza erano farlocche, ecc.”) avrebbe forse avvertito più intensamente l’esigenza di metterli in discussione. Il tweet chiude con una implicatura conversazionale instaurata dall’enunciato “c’è stima tra governi incapaci”, che implica che tanto il governo Conte quanto il governo Draghi siano stati governi incapaci di gestire l’emergenza Covid e, in generale, il denaro pubblico per farvi fronte. Anche in questo caso, l’impatto persuasivo del messaggio sarebbe stato diverso se questa informazione fosse stata resa interamente disponibile sulla superficie testuale, come in “I governi Conte e Draghi sono governi incapaci”. Mediante un’implicatura, il compito di ricostruzione di questo contenuto è demandato al ricevente, come anche l’identificazione dell’emittente come sua fonte principale.      

Condividi l'articolo:

Articoli correlati

L’implicito della settimana: Delrio contro la riforma del Reddito di Cittadinanza

L’implicito della settimana: Froben contro l’inverno

Ogni contenuto discutibile è evidenziato con un colore diverso che corrisponde al tipo di implicito linguistico usato dal parlante in quell’occasione. Il tipo di implicito è indicato nell’etichetta che compare al passaggio, e che ne esplicita anche la funzione comunicativa.

Ogni contenuto implicito serve a realizzare un certo obbiettivo nella comunicazione: cioè, è dotato di una Funzione comunicativa. Ad esempio: Autoelogio, Elogio di altri, Attacco, Difesa e Opinione personale. 

La Presupposizione è un contenuto presentato come se i destinatari ne fossero già al corrente: in questo modo non sono indotti a metterlo in discussione.

L’Implicatura è un contenuto che non è detto esplicitamente, ma è lasciato intuire. Poiché lo implica lui, il destinatario si accorge di meno che gli è stato trasmesso dall’emittente. 

Un’Espressione vaga è compatibile con molti diversi contenuti concreti, per cui è difficile accorgersi se essa sia falsa o esagerata.

Un Topic, per i linguisti, è un’informazione presentata come se se ne stesse già parlando, quindi come se fosse già abbastanza accettata nel discorso.