L’implicito della settimana: Ikea: scopri la vaghezza accogliente della tua casa!

Cari lettori OPPP!, questa settimana attraverso un celebre slogan di Ikea, vi mostreremo l’uso di una strategia di implicitazione molto diffusa nei messaggi pubblicitari. Lo slogan ci dice: “A casa puoi”. La tecnica usata è chiamata in gergo tecnico “vaghezza sintattica” e consiste nell’omettere un elemento della frase che sarebbe necessario esprimere. Qui, possiamo notare che i pubblicitari di Ikea hanno evitato di specificare, lasciandolo quindi implicito, l’oggetto della frase, ovvero ciò che si può fare a casa. Ci si potrebbe chiedere: perché interrompere una frase a metà in questo modo?

Il vantaggio di questa strategia è che lascia i destinatari liberi di immaginare quello che vogliono. Se avesse optato per una versione più esplicita e completa, come ad esempio “a casa puoi tenere ordinato e mettere tutto in delle scatole”, lo slogan avrebbe ottenuto la simpatia solo di coloro che si identificano con quella descrizione, suscitando indifferenza o magari addirittura una punta di antipatia in tutti gli altri. Questo sarebbe costato a Ikea la perdita di attenzione e consenso immediato da parte di tanti potenziali acquirenti. Restando vago, invece, lo slogan invita i destinatari a riempire quel vuoto con le proprie fantasie e desideri, e non corre il rischio di dire qualcosa di “sbagliato”.

Condividi l'articolo:

Articoli correlati

L’implicito della settimana: il tuo 8xmille a un branco di bastardi?

Values under attack? Analysis of a Matteo Salvini post on Instagram

Informazioni utili alla lettura

Ogni contenuto discutibile è evidenziato con un colore diverso che corrisponde al tipo di implicito linguistico usato dal parlante in quell’occasione. Il tipo di implicito è indicato nell’etichetta che compare al passaggio, e che ne esplicita anche la funzione comunicativa.

Ogni contenuto implicito serve a realizzare un certo obbiettivo nella comunicazione: cioè, è dotato di una Funzione comunicativa. Ad esempio: Autoelogio, Elogio di altri, Attacco, Difesa e Opinione personale. 

La Presupposizione è un contenuto presentato come se i destinatari ne fossero già al corrente: in questo modo non sono indotti a metterlo in discussione.

L’Implicatura è un contenuto che non è detto esplicitamente, ma è lasciato intuire. Poiché lo implica lui, il destinatario si accorge di meno che gli è stato trasmesso dall’emittente. 

Un’Espressione vaga è compatibile con molti diversi contenuti concreti, per cui è difficile accorgersi se essa sia falsa o esagerata.

Un Topic, per i linguisti, è un’informazione presentata come se se ne stesse già parlando, quindi come se fosse già abbastanza accettata nel discorso.