Matteo Salvini e Nicola Zingaretti dopo le elezioni europee del 2019

Un confronto tra le informazioni discutibili trasmesse in modo implicito

Legenda colori: giallo = vaghezza; verde = topic; violetto = presupposizione; celeste= implicatura. L’alternanza di colori in una medesima stringa di testo indica la concomitanza di più impliciti linguistici.

Discorso di Matteo Salvini

Conferenza stampa del 27 maggio 2019 dopo la vittoria alle elezioni europee

Puoi vedere il video del discorso qui.

  1. Grazie a tutti. Ovviamente l’emozione è grande, la soddisfazione è grande, la responsabilità
  2. è grande. Fra stanotte e stamattina ho ricevuto tantissimi messaggi e tantissime telefonate.
  3. Ovviamente, non a tutti son riuscito a rispondere, però, dai vertici del mondo dell’impresa,
  4. dell’industria, del commercio, dell’arte, della cultura, dello sport. E quindi, mi dicono:
  5. “Adesso tocca a voi”. Ci siamo. In tutte e venti le regioni italiane c’è almeno un comune,
  6. piccolo o grande, dove la Lega supera il 40% dei voti, da nord a sud. E questo, rispetto
  7. all’anno scorso, rispetto a cinque anni fa, è un dato eclatante ed emozionante; e i due
  8. comuni che la Sinistra ha scelto come simbolo dell’anti-salvinismo e dell’anti-
  9. leghismo[ppp], Riace e Lampedusa, vedono la Lega primo partito; e stiam parlando di
  10. Calabria e Sicilia. Quindi, evidentemente, una richiesta di immigrazione regolare,
  11. controllata, qualificata, positiva[ppp+impl] non è solo un capriccio di Salvini, ma è una
  12. ferma volontà degli italiani. Una delle prime battaglie che andremo pacatamente a
  13. condurre[ppp+top] e a vincere nel nuovo Parlamento Europeo e nella nuova Commissione
  14. Europea su tutto il tema fiscale, su cui ho incentrato la campagna elettorale parlando di
  15. Europa, mentre altri si appassionavano agli striscioni e ai balconi di “anti-qui” di “anti-
  16. là” di processi alla storia[vag]. Evidentemente gli italiani sono molto più avanti rispetto a
  17. qualche fine analista politico che riempie di inchiostro le pagine di alcuni
  18. quotidiani[vag]. Un Paese normale, dove c’è una burocrazia un po’ più amica, dove si
  19. può prendere il treno, la sera, senza ansia e dove i giovani abbiano la speranza di
  20. lavoro[impl]. Io, su questo, son convinto che il nuovo Parlamento Europeo, la nuova
  21. Commissione Europea saranno amici dell’Italia, o lo saranno almeno di più rispetto a
  22. quanto non lo siano stati coi governi ultra-europeisti del Partito Democratico degli
  23. ultimi anni[ppp]. E’ cambiata la geografia in Europa. Io ho sentito, ho messaggiato, ho
  24. condiviso prospettive con alcuni leader europei, dalla Le Pen a Orban, da Nigel Farage ad
  25. anche altri nuovi futuri alleati del gruppo che la Lega proverà a mettere in piedi[ppp]
  26. avrà fra i 100 e i 150 parlamentari, e avanzerà proposte di governo. Non hanno vinto gli euro-
  27. scettici, anzi, gli euro-scettici, gli anti-europeisti sono quelli che hanno guidato l’Europa fino
  28. a ieri, ribadisco. I socialisti in primis, e quindi dobbiamo salvarla[impl], questa Europa,
  29. riportandola alle sue radici e al suo sogno originario[ppp]. Aspettiamo di capire quanti
  30. sono gli eletti della Lega e come sono distribuiti territorialmente. Io già domani convocherò
  31. gli euro-parlamentari a Roma per distribuire lavoro, impegni, responsabilità e compiti a
  32. Ci sono alcune scadenze europee imminenti. Mi risulta che sia in dirittura di arrivo una
  33. lettera da parte della Commissione Europea sull’economia italiana; e io penso che gli italiani
  34. diano mandato a me e al governo di ridiscutere totalmente, pacatamente e costruttivamente i
  35. parametri che hanno portato a un livello di precarietà, disoccupazione e ansia senza
  36. precedenti nella storia[ppp]. Quindi penso che sia maturo il momento in cui i leader
  37. europei si seggano attorno a un tavolo, a prescindere dall’appartenenza a Destra, a Sinistra,
  38. sopra, sotto, per rivedere dei parametri vecchi, superati, che hanno fatto male all’Europa,
  39. altrimenti un voto come questo non si spiegherebbe. Personalmente, l’aver superato le 2
  40. milioni di preferenze personali, quindi con più di due milioni, duecento mila
  41. italiani che hanno scritto Salvini sulla scheda è quello che mi ripaga di tanti
  42. sacrifici, di tante battaglie, di tante giornate[ppp], passando, come tanti italiani,
  43. lavorando 18 ore al giorno. Anche la polemica di qualche quotidiano[ppp]: quanto è
  44. Salvini in ufficio, quanto è fuori dall’ufficio, quanto tempo passa in bagno e quanto tempo
  45. passa coi sindaci. Gli italiani sono persone concrete, sane, oneste[impl], e quindi
  46. riconoscono, là dove ci sia polemica gratuita. Stamattina ho telefonato perché mi serve il
  47. lavoro di tutti. In primis al governatore Attilio Fontana. La Lega in Lombardia ha superato il
  48. 43%; e io sorrido ripensando alle dotte analisi sulla crisi al Nord[ppp]. Sorrido, sorrido,
  49. sorrido e poi lavoro. E inviterò al Ministero dell’Interno i rappresentanti economici di tutte le
  50. categorie, perché ovviamente questo è un voto che ci dà un mandato di fare, fare, fare, fare.
  51. Ho sentito il Presidente del Consiglio. Ribadisco che la lealtà della Lega al contratto di
  52. governo[ppp+top] non è mai stata in discussione, e lo ribadisco oggi dopo la vittoria. Non
  53. ho una parola il giorno prima del voto e una parola diversa il giorno dopo il voto. La somma
  54. dei due partiti al governo è ormai da un anno contro tanti, se non contro tutti, supera il 50% ,
  55. quindi vuol dire che è un unicum a livello continentale. Penso che chi governa in un
  56. momento di situazione economica difficile come questa, dopo un anno di battaglie e di
  57. impegno sia ancora sopra il 50% della fiducia degli italiani, vedo di usarla bene in chiave di
  58. cambiamento dell’Europa. Ribadisco: non mi interessa chiedere riequilibri di potere a livello
  59. Mi interessa avere un mandato forte per andare a ricontrattare l’interesse dei
  60. lavoratori italiani[ppp]. E’ chiaro che alla luce di questo voto, ad esempio il taglio di 3
  61. milioni di euro che abbiamo visto dalla Commissione Europea ai danni degli
  62. agricoltori italiani[ppp+top], è fuori fal mondo e fuori dal tempo. Io penso che questo 4%,
  63. nove milioni di italiani che hanno scelto la Lega, ci abbiano dato il mandato di ridiscutere le
  64. politiche agricole, le politiche sul commercio, le politiche sulla pesca e soprattutto le
  65. politiche sul lavoro. Sull’immigrazione adotterò il modello Riace-Lampedusa, perché in
  66. democrazia funziona così; e quindi entra chi ha il permesso di entrare. Però, il tema su cui
  67. vincere per gli italiani[ppp+top] è quello delle regole dei vincoli fiscali. Una riduzione
  68. della pressione fiscale[ppp] è non un diritto ma un dovere che richiesta dal governo
  69. E’ peraltro previsto dal contratto di governo come altri temi. Aspettiamo di vedere i
  70. dati su regione Piemonte. Io, da oggi pomeriggio, sono al Ministero dell’Interno. Io ne
  71. approfitto per ringraziare l’enorme macchina di democrazia che ha permesso questo
  72. appuntamento elettorale[ppp]. Quindi, dal Ministero dell’Interno, ai prefetti, ai presidenti
  73. di seggio, agli scrutatori, ai rappresentanti di lista di tutti i partiti e di tutti i movimenti. E’
  74. mio onore e onere provare a riappassionare e ri-coinvolgere anche i milioni di italiani
  75. che hanno scelto di non votare[ppp]. Perché, ovviamente, l’obiettivo è anche quello di
  76. andare avanti sull’affluenza, e conterò di ri-appassionarli con i fatti, con i risultati. Se rileggo
  77. queste settimane di stupenda, appassionante e faticosa campagna elettorale[ppp], che
  78. mi hanno portato un cinque o sei chili in meno, un’abbronzatura da mercato invidiabile e un
  79. po’ di sonno arretrato, però, ringrazio piazza per piazza, via per via, paese per paese,
  80. villaggio per villaggio, i tanti italiani incontrati. Siamo un grande Paese, siamo un grande
  81. Abbiam dato una bella lezione di partecipazione e di orgoglio e saremo protagonisti,
  82. nei prossimi anni, in Parlamento Europeo. Da questa settimana ci sono anche tanti comuni
  83. che andranno al ballottaggio, piccoli. Come dicevo, oggi, domani, dopodomani sarò al
  84. Poi cercherò di sostenere candidati sindaci in comuni che da settantanni sono
  85. guidati dalla Sinistra. I dati che ci arrivano sono dati notevolissimi – poi, posso essere
  86. Il Comune più leghista d’Italia è un piccolo comune, però è in provincia di Como,
  87. ed è Cavargna, dove abbiamo superato l’85%. Però, c’è un comune nel modenese, Fiumalbo,
  88. dove la Lega ha superato il 60%. E, ripeto, in tutte e 20 le regioni italiane c’è almeno un
  89. comune dove la Lega è ampiamente primo partito con il 40% dei voti. O, più su, vedo
  90. questo Cassano Irpino, in provincia di Avellino, col 55,89%, percentuali a cui vorrei portare
  91. la Lega anche nella mia Milano, però, una cosa per volta, non esageriamo, perché senno poi,
  92. se poi vinciamo troppo[top] non so che cosa fare dall’anno prossimo in avanti. Ringrazio
  93. tutti coloro che ci hanno sostenuto[ppp] e rispondo alle domande; e ringrazio, questo non
  94. sia letto, ovviamente, come chiave polemica, perché un voto del genere mi impone di
  95. lavorare, non di polemizzare, quindi ringrazio anche chi mi ha attaccato[ppp+vag], ringrazio
  96. chi mi ha criticato[ppp+vag], perché magari mi ha dato anche spunti interessanti, e
  97. ringrazio il buon Dio per la salute, non per il risultato elettorale, perché…Ringrazio anche le
  98. tante donne e uomini di Chiesa che, riservatamente, nel silenzio, con un messaggio o
  99. con la preghiera o con un gesto, hanno accompagnato queste settimane di cammino e,
  100. conto, accompagneranno i prossimi anni di cammino[ppp]; e spero di essere all’altezza
  101. della testimonianza che mi viene delegata. E poi, sì, appunto, a questo punto, da prima forza
  102. politica ufficialmente di questo Paese, ovviamente sarà mia premura e mio onore chiedere
  103. incontri ai massimi livelli istituzionali a tutti coloro con i quali, necessariamente, avrò
  104. voglia di dialogare.

Discorso di Nicola Zingaretti

Conferenza stampa del 27 maggio 2019 dopo le elezioni europee

Puoi vedere il video del discorso qui.

  1. Ovviamente, anche alla luce di quelli che saranno durante la notte i dati, che per oggi sono
  2. numeri sufficienti per fare delle valutazioni molto chiare sull’esito delle
  3. europee, innanzitutto io voglio dire grazie. Grazie alle italiane, agli italiani, alle donne, agli
  4. uomini, ai ragazzi, alle ragazze, ai giovani, che sono tornati e hanno guardato a questa
  5. esperienza della lista in Italia come la possibilità per voltare pagina in questo Paese[ppp],
  6. aprire una fase nuova in Italia[ppp] dando il voto e il sostegno alla lista. Noi siamo molto
  7. soddisfatti dell’esito elettorale. La scelta della lista, in Italia, del Partito Democratico, si è
  8. rivelata una scelta vincente, soprattutto perché introduce una grande novità politica. Il
  9. bipolarismo è tornato ad essere centrato sulla forza elettorale e sulla presenza del
  10. Partito Democratico in Italia[ppp]. Il governo italiano, già paralizzato prima del
  11. voto[top], esce da questa consultazione alle europee ancora più fragile[ppp], per divisioni
  12. interne[vag]; e, rispetto agli appuntamenti che ci sono davanti[vag], in evidenti, palesi,
  13. grandi difficoltà[vag]. Noi, ora, con coerenza, useremo la forza che viene da questo
  14. risultato[ppp] per andare avanti soprattutto sui contenuti e costruire un piano per l’Italia,
  15. che sia fondato sulla crescita, sullo sviluppo, sul lavoro, sulla giustizia sociale[impl],
  16. perché il voto ci consegna una grande novità politica. C’è una sfida, e la sfida è quella di
  17. costruire un’alternativa a Matteo Salvini[ppp], che esce indubbiamente da queste elezioni
  18. come il vero leader di un governo immobile e pericoloso[ppp]. E noi vogliamo
  19. interpretare e aprire una stagione di costruzione di un’alternativa che, su scelte di campo, si
  20. prepari ad essere credibile in vista, quando sarà, del voto politico. In un Paese che purtroppo
  21. – e continueremo a denunciarlo mettendo in campo il nostro piano per l’Italia[ppp]
  22. che purtroppo è un Paese con molti più debiti di un anno fa, meno lavoro, meno produzione
  23. industriale, meno prodotto interno lordo, più cassa integrazione. Accettiamo questa sfida
  24. dell’alternativa[ppp], ripeto, continuando in una sfida unitaria e di messa in campo di
  25. un nuovo programma[ppp] per salvare il nostro Paese. L’altro dato che, a mio giudizio, va
  26. sottolineato, guardando i dati che giungono da tutta Europa, è che l’aggressione
  27. sovranista alle istituzioni europee[ppp+top] è fallita. L’esatto opposto di quello che ho
  28. ascoltato in alcuni commenti sulla serata. Dentro il Parlamento Europeo c’è un’ampia e
  29. solida e forte maggioranza, che ha la voglia di cambiare l’Europa, ma di difendere e
  30. rilanciare il grande sogno europeo[ppp]. E questo colloca le forze sovraniste, e anche
  31. italiane, in una posizione di marginalità rispetto alle grandi scelte che farà l’Europa nelle
  32. prossime settimane, e anzi nei prossimi giorni. La nostra delegazione della famiglia dei
  33. Democratici, progressisti e socialisti, sarà tra le principali, la prima e la seconda delegazione
  34. dentro questo gruppo europeo; e quindi, noi faremo di tutto per garantire all’Italia, da questa
  35. posizione di maggioranza[ppp], il ruolo che spetta a un grande Paese come il
  36. nostro[ppp] rispetto al rischio che si era presentato, appunto, da forze che in Europa
  37. saranno minoritarie e marginalizzate rispetto a quello che sarà lo sviluppo del
  38. Parlamento Europeo[ppp+vag]. L’Italia deve contare di più[ppp] e noi faremo di tutto
  39. per rappresentarla anche grazie allo sforzo e al risultato che abbiamo ottenuto, perché,
  40. ripeto, si apre una nuova stagione, anche a livello nazionale[ppp], di un bipolarismo che
  41. vede una destra estremista come leader indiscussa dello schieramento del governo[vag]
  42. e un altro fronte di un nuovo Centro Sinistra, che noi vogliamo costruire e che da oggi,
  43. anche grazie a questo voto, vede il Partito Democratico al centro di una strategia[vag], che
  44. vi vedrà impegnati nel Paese per ricostruire un piano per il nostro Paese[ppp] e anche,
  45. ovviamente, un radicamento sociale per essere pronti alle prossime elezioni politiche. Grazie.
Articoli correlati

L’implicito della settimana: Delrio contro la riforma del Reddito di Cittadinanza

L’implicito della settimana: Froben contro l’inverno

Ogni contenuto discutibile è evidenziato con un colore diverso che corrisponde al tipo di implicito linguistico usato dal parlante in quell’occasione. Il tipo di implicito è indicato nell’etichetta che compare al passaggio, e che ne esplicita anche la funzione comunicativa.

Ogni contenuto implicito serve a realizzare un certo obbiettivo nella comunicazione: cioè, è dotato di una Funzione comunicativa. Ad esempio: Autoelogio, Elogio di altri, Attacco, Difesa e Opinione personale. 

La Presupposizione è un contenuto presentato come se i destinatari ne fossero già al corrente: in questo modo non sono indotti a metterlo in discussione.

L’Implicatura è un contenuto che non è detto esplicitamente, ma è lasciato intuire. Poiché lo implica lui, il destinatario si accorge di meno che gli è stato trasmesso dall’emittente. 

Un’Espressione vaga è compatibile con molti diversi contenuti concreti, per cui è difficile accorgersi se essa sia falsa o esagerata.

Un Topic, per i linguisti, è un’informazione presentata come se se ne stesse già parlando, quindi come se fosse già abbastanza accettata nel discorso.