L’implicito della settimana: Santanchè elettorale contro la Sinistra

Un saluto ai nostri lettori di OPPP! Come sapete, siamo in pieno clima pre-elettorale: oltre alla canicola estiva, a farci “bollire” sono i continui messaggi propagandistici di cui i principali esponenti dei partiti politici inondano il web. Questa settimana vi proponiamo un tweet di Daniela Santanchè, che non lesina attacchi e sferzanti critiche verso la Sinistra. Il messaggio apre con una enumerazione strategica: Sinistra, professoroni, intellettuali, giornalisti… dove l’inclusione in un’unica “lista” fa implicare che la Sinistra sia tipicamente associata a determinate categorie professionali (antipaticamente colte e saccenti). Segue una descrizione definita (la vostra continua strumentalizzazione) che presuppone, presentando come già noto, non solo che la Sinistra strumentalizzi opinioni, ideologie, ecc. per aumentare il proprio consenso tra gli elettori, ma – mediante il ricorso all’aggettivo “continua” – anche che tale strumentalizzazione avvenisse già in precedenza. A rendere ancora più marcato l’effetto di questa presupposizione è inoltre il suo confezionamento all’inizio dell’enunciato, che la presenta come informazione già attiva nel discorso e nella memoria a breve termine del lettore, sebbene si tratti invece di informazione completamente nuova. A chiudere il messaggio troviamo infine una presupposizione attivata dal predicato fattivo capire in gli italiani hanno capito che Fratelli d’Italia è l’unica vera forza politica che difende sempre i loro interessi, che dà per conosciuto che Fratelli d’Italia sia l’unica vera forza politica che difende sempre gli interessi degli italiani. Di qui l’implicatura che gli italiani non vogliano votare la sinistra.

Tutti contenuti che se asseriti direttamente sarebbero parsi, assai più di quanto non appaiano in questo tweet, delle forti esagerazioni.

Condividi l'articolo:

Articoli correlati

La politica non va in vacanza… ma OPPP! sì!

L’implicito della settimana: Santanchè elettorale contro la Sinistra

Ogni contenuto discutibile è evidenziato con un colore diverso che corrisponde al tipo di implicito linguistico usato dal parlante in quell’occasione. Il tipo di implicito è indicato nell’etichetta che compare al passaggio, e che ne esplicita anche la funzione comunicativa.

Ogni contenuto implicito serve a realizzare un certo obbiettivo nella comunicazione: cioè, è dotato di una Funzione comunicativa. Ad esempio: Autoelogio, Elogio di altri, Attacco, Difesa e Opinione personale. 

La Presupposizione è un contenuto presentato come se i destinatari ne fossero già al corrente: in questo modo non sono indotti a metterlo in discussione.

L’Implicatura è un contenuto che non è detto esplicitamente, ma è lasciato intuire. Poiché lo implica lui, il destinatario si accorge di meno che gli è stato trasmesso dall’emittente. 

Un’Espressione vaga è compatibile con molti diversi contenuti concreti, per cui è difficile accorgersi se essa sia falsa o esagerata.

Un Topic, per i linguisti, è un’informazione presentata come se se ne stesse già parlando, quindi come se fosse già abbastanza accettata nel discorso.