L’implicito della settimana: un tweet di Carlo Calenda

Un saluto ai nostri lettori di OPPP! Questa settimana vi proponiamo un tweet a tema quirinalizio postato da Carlo Calenda, leader del partito Azione. In apertura un enunciato di protesta (“Non è possibile andare avanti con tatticismi e schede bianche”) implica che un fatto sotto gli occhi di tutti, che il Parlamento stia indugiando in tatticismi e schede bianche, sia da imputare agli esponenti degli altri partiti, e non ad Azione, che viene per contrasto dipinto come un partito concreto, compatto e risoluto. A seguire, l’enunciato “Basta trovare sempre una scusa per non votare una donna…” attiva la presupposizione che qualcuno (chi sia è lasciato vago) trovi sempre una scusa per eleggere uomini e non donne, alla Presidenza della Repubblica e non solo. L’avverbio iterativo “sempre” presuppone che non sia la prima volta che ciò accade. Inoltre, con questa frase Calenda implica che l’indecisione dei partiti dipenda dal fatto che non vogliono votare una donna, quando invece sono probabilmente altre le ragioni politiche per cui i partiti non intendono accogliere la proposta del leader di Azione. Il post chiude con una interessante presupposizione attivata da una subordinata temporale “quando ha il profilo perfetto”, che presenta come condiviso da tutti (anche se non è così) che Marta Cartabia abbia il profilo perfetto per essere eletta Presidente della Repubblica, favorendo a questo modo in chi legge l’accettazione di tale opinione.    

Condividi l'articolo:

Articoli correlati

L’implicito della settimana: Delrio contro la riforma del Reddito di Cittadinanza

L’implicito della settimana: Froben contro l’inverno

Ogni contenuto discutibile è evidenziato con un colore diverso che corrisponde al tipo di implicito linguistico usato dal parlante in quell’occasione. Il tipo di implicito è indicato nell’etichetta che compare al passaggio, e che ne esplicita anche la funzione comunicativa.

Ogni contenuto implicito serve a realizzare un certo obbiettivo nella comunicazione: cioè, è dotato di una Funzione comunicativa. Ad esempio: Autoelogio, Elogio di altri, Attacco, Difesa e Opinione personale. 

La Presupposizione è un contenuto presentato come se i destinatari ne fossero già al corrente: in questo modo non sono indotti a metterlo in discussione.

L’Implicatura è un contenuto che non è detto esplicitamente, ma è lasciato intuire. Poiché lo implica lui, il destinatario si accorge di meno che gli è stato trasmesso dall’emittente. 

Un’Espressione vaga è compatibile con molti diversi contenuti concreti, per cui è difficile accorgersi se essa sia falsa o esagerata.

Un Topic, per i linguisti, è un’informazione presentata come se se ne stesse già parlando, quindi come se fosse già abbastanza accettata nel discorso.